FONDO SICUREZZA INTERNA 2014-2020

Segui su

European Flag

Tu sei qui

Comitato di Sorveglianza

Comitato di Sorveglianza: ai sensi dell’art.12.4 del Regolamento (UE) n. 514/2014 l’Autorità Responsabile istituisce il Comitato di Sorveglianza, del quale fanno parte le Amministrazioni coinvolte durante la programmazione e l’attuazione del Programma Nazionale, i rappresentanti della CE – DG Migration and Home Affairs, il Direttore della STA, i responsabili dei due strumenti finanziari, i funzionari responsabili degli uffici, l’Autorità di Audit, il valutatore indipendente. L’AR definisce il regolamento interno del CdS, la cui approvazione viene posta all’ordine del giorno della prima seduta, e i criteri di selezione dei Progetti. Il Comitato di sorveglianza nello specifico:

Gli uffici di diretta collaborazione​ sono:

  • si riunisce periodicamente (almeno su base annuale) e condivide, con i responsabili di ciascun obiettivo, l’avanzamento dei risultati e delle attività previste;;
  • valuta periodicamente i progressi compiuti nel conseguimento degli obiettivi specifici del PN sulla base dei documenti presentati dall'AR;;
  • analizza i dati finanziari e gli indicatori comuni e specifici del PN, monitora i progressi verso target quantificati, nonché target intermedi;;
  • può proporre all'AR interventi sulle linee di programmazione al fine di orientare degli obiettivi del Fondo o di migliorarne la gestione, compresa quella finanziaria;;
  • è la sede preposta alla condivisione dei documenti di reporting alla CE e di condivisione di eventuali riprogrammazioni sulla base dell’analisi delle performance.;
Criteri di Selezione
Atti del CdS

Ultimo aggiornamento:

Mercoledì 19 Luglio 2017, ore 13:04