Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.

Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Cookie Policy documento
Salta al contenuto principale

Raggiunto e superato il target di spesa previsto dalla Commissione europea

Target
Anche per il 2020 Il Fondo Sicurezza Interna si è confermato un valido strumento nella gestione delle numerose e complesse sfide connesse alla gestione e al controllo delle frontiere esterne, alla prevenzione e al contrasto alla criminalità, alla gestione dei rischi e delle crisi.

Anche per il 2020 Il Fondo Sicurezza Interna si è confermato un valido strumento nella gestione delle numerose e complesse sfide connesse alla gestione e al controllo delle frontiere esterne, alla prevenzione e al contrasto alla criminalità, alla gestione dei rischi e delle crisi.

In continuità con i precedenti esercizio finanziari, anche per quest’anno si è registrata una performance positiva che ha consentito il raggiungimento dei target di spesa fissati dalla Commissione scongiurando il rischio di disimpegno delle risorse assegnate all’Italia.

Grazie ad un appassionato e accurato lavoro di squadra, sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati:

  • Per lo strumento ISF1-Police, a fronte, di un target di spesa previsto di 5M€, sono state erogate risorse pari a 6,54M€
  • Per lo strumento ISF2-Borders&Visa, a fronte di un target previsto di 30,5M€, sono stati erogate risorse pari a 34,1M€

La buona performance del Programma Nazionale ISF ad oggi fa registrare un parco progetto di 111 interventi ammessi a finanziamento, di cui 34 a valere sullo strumento finanziario ISF1-Police per la prevenzione e la lotta alla criminalità e per la gestione dei rischi e delle crisi e77 a valere sullo strumento finanziario ISF2-Borders&Visa, per una politica comune in materia di visti e una gestione integrata delle frontiere esterne dell’Unione. Con riferimento, inoltre, alle risorse finanziarie, a fronte di una dotazione totale pari ad oltre € 600 M€ sono stati ammessi a finanziamento risorse pari a 563,5M€ corrispondente a circa il 91,76 % della dotazione del Programma.

I risultati raggiunti sono espressione di una collaborazione costruttiva, pur nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità di ciascuno, che la Struttura di gestione del Fondo, i Beneficiari, la Commissione europea e le diverse Amministrazioni coinvolte, hanno saputo realizzare.